10 cose da sapere prima di prendere un criceto


Come per ogni adozione che si rispetti si hanno delle responsabilità in qualità di adottante, quindi è importante sapere delle cose che personalmente, visto che al mio fianco ho il mio amato criceto Pipsy, ritengo fondamentale che tutti sappiano prima di portare a casa propria un criceto.

Anche se alcuni punti sembreranno banali ricordare delle responsabilità che possono portare per noncuranza alla sofferenza del piccolo roditore mi pare d’obbligo.

Iniziamo dunque questa carrellata di regole fondamentali per la corretta convivenza, vanno memorizzate e soprattutto ponderate, se non ci si sente pronti a seguire queste piccole regole forse sarebbe meglio evitare di prendere un criceto a casa, pensiamo che se non si crede di essere in grado di seguire le sue esigenze allora conviene che lo si lasci in negozio dove comunque avrà delle cure di base e se avrà fortuna troverà un padroncino attento alle sue esigenze e capace di renderlo felice.

1) Il Criceto non è un Peluches

La prima cosa che si deve sapere e che sembra appunto banale ma va ben ricordata, soprattutto letta e riletta sotto il periodo natalizio, è che il criceto non è un peluches, non si deve prendere a cuor leggero o per far contenti i propri bambini, qui stiamo parlando di una vera e propria vita, con delle specifiche esigenze da conoscere e rispettare.

Una tra tutte è che i criceti non amano essere toccati e non sono un giocattolo, alcune specie inoltre sono molto paurose e sentire rumori forti, oppure subire giochi pesanti per loro, potrebbe provocarne addirittura la morte.

Proviamo solo a pensare quanto sia fastidioso anche per noi esser disturbati mentre riposiamo e come ci possiamo sentire se ci viene chiesto di fare qualcosa che proprio non ci va.

Dunque se non si ha intenzione di rispettare tutte le sue esigenze ed adattarsi al suo stile di vita conviene davvero evitare di adottarli.

Prendere un criceto è una grossa responsabilità, ha esigenze proprio come cane e gatto e spesso si sente dire: prendo ai miei figli un criceto che almeno devo stargli meno dietro che ad un’altro qualsiasi animale domestico. Ecco niente di più sbagliato da pensare.

2) I Criceti sono animali Notturni

Altra fondamentale notizia da sapere è che i criceti sono animali notturni e di giorno per molte ore dormono.

Proprio per questo non vengono considerati animaletti per bambini, giocano solo quando sono svegli e nelle giornate uggiose lo sono davvero molto poco.

Non dobbiamo sperare di avere un piccolo roditore che segue i nostri ritmi di vita, ma si deve pensare che la cosa principale è quella di rispettare i loro tempi. In inverno non vanno in letargo come in natura se hanno comunque una temperatura ambientale stabile, ma sono portati a dormire molto di più anche per tredici ore e soprattutto durante il giorno, la sera sentirete sicuramente che si divertirà nella sua ruota o che scaverà qualche tunnel.

Si deve spiegare ai propri figli che il criceto ha uno stile di vita molto differente dal nostro e se si vuole adottare è necessario non disturbarlo se riposa perché alcune specie sono anche mordaci e se si disturba il loro sonno non sono sicuramente propensi a ringraziare, anzi, possono fare anche del male.

3) Anche I Criceti hanno un Loro Carattere

I criceti hanno il loro carattere, mi capita spesso di sentire persone che dicono di essere delusi perché hanno preso un criceto russo solo per il fatto che da qualche parte leggono che sono i più propensi al rapporto umano e poi il loro è aggressivo.

Non esiste una regola e se c’è esistono anche le eccezioni, se si prende un criceto no si avrà mai la certezza di avere a che fare con un carattere docile e propenso al contatto umano.

Quindi chi decide di adottare uno di questi piccoli roditori deve mettere in conto la possibilità di trovarsi davanti un peperino anche a volte difficile da gestire.

Attenzione quando si adotta non si dovrebbe prendere alla leggera, sento di molti che portano indietro gli animali per motivi assurdi: non fa quello che dico, sporca, corre di notte.

Sono tutte cose che se si valuta bene prima di andare a prenderlo sicuramente si può evitare di dare delle certezze ad un piccolo esserino per togliergliele poco dopo.

Portereste mai alla nursery vostro figlio perché non è tranquillo come speravate? Immagino, e spero, di no ecco la stessa cosa vale per il mondo animale, non si sa mai il carattere che avrà ma con pazienza e amore anche il criceto più ingestibile diventa un ottimo animaletto.

4) Al criceto servono spazi e giochi ben definiti

Non è semplice dunque neanche la scelta della gabbietta.

Per ogni specie esistono particolari esigenze e vanno tutte ben studiate. Non si può neanche pensare di mettere dove capita la gabbietta, pensiamo che un solo momento di corrente forte può essere letale per questo piccolo esserino.

Essendo responsabili della sua vita è bene studiare con calma e attenzione tutte le esigenze.

Conoscendo la sua specie si possono trovare le esigenze specifiche dettate dalla provenienza e abitudini in cattività.

Se si hanno dei dubbi è possibile anche chiedere consiglio al proprio veterinario di fiducia, saprà darvi le giuste dritte per quanto riguarda sia la collocazione che la corretta gestione degli spazi per il vostro piccolo amico.

Se avrà a disposizione i giusti spazi sarà felice e giocherà allegro.

5) Non è Necessario Pulire un Criceto

Non è proprio giusto dire che non si devono pulire, piuttosto possiamo dire che non sono animali sporchi, anzi tengono molto ad essere sempre perfettamente puliti. Il compito di chi li ha in casa è quello di fargli trovare in un angolo della sua gabbietta della sabbia di cincillà.

Grazie a questo particolare prodotto loro si strusciano per pettinarsi e pulire il pelo, fanno così in modo di togliere anche quello morto ed avere sempre un bellissimo aspetto. Non si direbbe ma sono molto vanitosi e senza la loro sabbietta per la toeletta soffrirebbero moltissimo.

Per la pulizia lo vediamo spesso sfregarsi con le sue zampette viso e dietro le orecchie, ecco in quel preciso istante si stanno pulendo.

Non preoccupatevi avete in casa un esserino che ama la pulizia e con il vostro supporto per dargli sempre sabbietta pulita sarà sempre ordinato, per informazioni dettagliate eccovi un’articolo dove rispondiamo a tutte le domande sulla pulizia del Criceto, raggiungibile cliccando Qui.

6) I criceti sono molto territoriali

Non devi assolutamente tenere due criceti in una sola gabbia, si corre il rischio che si facciano male.

Al limite ci sono razze come il criceto russo che tollerano quelli dell’altro sesso, ma non ne sono comunque mai felici.

Sono molto abitudinari e se gli si sposta qualcosa nella loro gabbietta si sentono spaesati, immaginare quindi di avere qualcuno che fa scavi al posto loro, che sposta il cibo e soprattutto che ne prende possesso li porta a diventare aggressivi.

Ho sentito spesso di criceti che si ammazzano tra loro per incuria del padroncino.

Se volete più criceti potete prevedere diverse gabbiette, in zona neutra come ad esempio nelle bolle per girare casa non si fanno problemi di condivisione, puoi anche lasciare che corrano insieme per la casa, ma nella loro gabbietta sentono il territorio e on lo vogliono assolutamente dividere con nessuno, se ci pensi bene sono molti i lati che ci accomunano a loro, tanti di noi infatti non sono molto felici di condividere i propri spazi.

7) Hanno Bisogno di un’Alimentazione Bilanciata

I criceti hanno necessità di essere seguiti molto in tema alimentazione.

Non è possibile dare loro solo semini, cereali ed acqua fresca.

Non credere che si possa solamente comprare dei mix preparati e basta, il rischio è quello di trovarsi un criceto obeso e che non avrà lunga vita.

Si deve attuare una dieta varia, dare dei premietti di frutta fresca e verdura, studiare attentamente le loro esigenze.

Esiste inoltre un elenco di cibi che possono danneggiare la salute del nostro piccolo amico, è importante anzi necessario conoscerli per evitare di darli e farlo star male.

L’ideale è prepararsi una scheda dove scrivere tutti i cibi che si devono dare con le varie quantità e seguire quella senza andare oltre, evitando spuntini dolci e soprattutto mai dare il cioccolato, è davvero tossico per il piccolo e per evitarvi la sua morte per infarto in diretta è bene che lo sappiate.

Prendere un criceto è una grande responsabilità e la sua salute dipende molto dalla sua corretta alimentazione.

8) Il loro Ciclo Vitale è abbastanza Corto

Un criceto non ha vita lunga, in media se ben trattato vive dai tre ai cinque anni, e stiamo parlando dei più longevi, alcuni infatti non superano i due anni di vita nelle migliori ipotesi.

Abbiamo dunque la grande responsabilità di fare in modo che viva degnamente la sua esistenza.

Per fare tutto ciò ha bisogno di noi, quando adottiamo un animaletto dobbiamo pensare che loro hanno solo noi come possibilità di vita, non possono decidere nulla da soli, il loro padroncino ha la possibilità di farlo vivere bene con la completa consapevolezza delle sue esigenze.

Non hanno tanti anni da passare con noi, lasciamo loro il ricordo di un rapporto intenso, fatto di coccole e piccole attenzioni date per rendere la loro breve esistenza degna di essere vissuta.

Sicuramente così avremo anche noi la consapevolezza di aver contribuito a rendere felice il piccolo roditore che per qualche anno ci ha fatto compagnia. Sappiamo ora più o meno quali sono le loro esigenze e che basta poco per renderli felici.

9) Il loro Ambiente va Tenuto Pulito

I criceti amano vivere nella pulizia, cercare di rispettare anche questo punto è fondamentale.

Odiano odori di escrementi e la pappa che avanzano diventa per la loro digestione un grosso rischio.

Controlla ogni giorno che ci si a sua disposizione acqua pulita, per questo consiglio il beverino, altrimenti la ciotolina potrebbe contenere acqua sporca più facilmente.

Ma anche tutta la terra, se parliamo di terrario o la sua gabbietta necessita di pulizia costante.

Anche per questo la soluzione ideale è realizzare una scheda per organizzare tutte le operazioni al meglio.

A giorni alterni si deve ambiare acqua, lavare le ciotole e togliere la zona dove vengono fatti i bisogni.

Almeno una volta a settimana si deve svuotare e pulire tutta la gabbietta, sostituire almeno ogni quindici giorni la sabbia di cincillà e controllare che tutto non abbia odore sgradevole o il nostro amico non vive bene la permanenza nei suoi spazi.

Attenzione a risistemare tutto come era in precedenza, sono molto abitudinari e quindi rimangono sconvolti se non trovano tutto come hanno lasciato.

10) Fate attenzione alle specie protette.

Alcune persone mettono annunci su internet di vendita criceti a prezzi esorbitanti dicendo che hanno particolari caratteristiche, altri invece a prezzi stracciati per invogliare l’acquisto.

Quando decidete di adottare un piccolo roditore informatevi bene di che specie si tratta, non accontentatevi di ascoltare cosa dice il venditore, a meno che non sia una persona alla quale date molta fiducia.

Studiate le varie caratteristiche fisiche della razza che vi viene proposta e controllate attentamene, cliccando Qui potete leggere una Guida alle razze con ottimi consigli su come riconoscerla.

Potete anche dire al venditore che non volendo incappare in specie protette volete chiedere consulto al veterinario, se non avrà alcun problema a lasciarvelo fare sicuramente si tratta di animali che si possono tranquillamente avere a casa.

Non adottate delle specie protette, diamo una mano ai volontari che lottano per la loro estinzione e per fare in modo che la vendita illegale sparisca.

Penso che se finisce la richiesta non esista offerta, quindi se nessuno vuole criceti a basso costo le persone che li allevano illegalmente non hanno più motivo di esistere.

In Conclusione

Ed eccoci a trarre le conclusioni, hai letto tutto, hai pensato se ti senti o meno di adottare un criceto, non aver paura di pensare che forse per te è troppo complicato, meglio prima di averlo in casa che dopo.

Un piccolo esserino mette la sua vita nelle tue mani, è per questo una grande responsabilità e se sei arrivato sino in fondo a questo scritto vuol dire che ci stai riflettendo nel modo giusto e qualunque sia la tua scelta è comunque stata presa in modo responsabile.

Condividi L'articolo

Pipsy

Sono la Padrona di Pipsy, un bellissimo Criceto Russo di ben 4 Anni! Amo gli Animali e amo prendermene cura, nel mio tempo libero mi diletto con il Fai da te, creando simpatici giochi per i miei Roditori Domestici

Recent Content