Il criceto può mangiare Anguria e Melone? Gli zuccheri fanno male?


Una cosa fondamentale che dobbiamo metterci bene in mente è che il nostro criceto mangerebbe senza alcun problema ogni cosa che decidiamo di dargli, soprattutto se si tratta di un prodotto a base zuccherina.

Quindi non si deve assolutamente pensare che il criceto sappia cosa sia corretto o meno mangiare, dobbiamo noi imparare bene quali sono gli alimenti che potrebbero provocargli problemi e quelli invece che si possono somministrare a cuor leggero.

Qui prendiamo in esame anguria e melone, anche se per noi sono alimenti molto simili e ricchi di vitamine ed acqua che fanno bene al nostro corpo invece per i nostri piccoli amici sono due mondi differenti.

Proseguendo con la lettura capiremo che hanno molte differenze, tante da vietarne l’uso di uno e da somministrare on moderazione l’altro.

Il criceto può mangiare Anguria e suoi semi o sono un pericolo?

Con le giornate calde siamo tutti portati a trovare ristoro in una bella fetta d’anguria, ci sentiamo poi rinfrescati e leggeri, anzi addirittura sappiamo di molti studi su quanto faccia bene mangiare questo frutto.

Per i nostri piccoli animaletti invece l’anguria per la sua alta concentrazione di acqua ed acidi che non riescono ad assimilare porta problemi come diarrea.

Se per noi questa patologia è facilmente risolvibile con qualche fermento lattico per i criceti diventa un problema più grave, rischiano sin dalle prime scariche la disidratazione e che non vengano eliminate sostanze per loro dannose.

Non stiamo parlando di cibi per loro letali, ma direi che anche evitargli di soffrire sarebbe una buona cosa.

Dobbiamo anche fare cenno ai semi d’anguria, ricordando bene che hanno le stesse caratteristiche del frutto e quindi sono altamente sconsigliati.

Nel caso in cui dovesse il criceto mangiare accidentalmente anguria basta tenerlo sotto attento controllo. Per due giorni è bene evitare verdure come lattuga e cibi ad alto contenuto di liquidi.

Controllare anche le sue feci è molto importante, se vedete che il piccolo ha problemi di diarrea va contattato nell’immediato il veterinario di fiducia spiegando che il criceto ha mangiato anguria e suoi semi, sicuramente potrà aiutarvi a far stare meglio il vostro animaletto e resterà una brutta avventura da dimenticare per entrambi.

Quindi in conclusione al primo quesito ricordiamoci che l’anguria ai nostri criceti non fa assolutamente bene, ci sono anche altri frutti e Tipologie di Alimenti pericolose, le abbiamo raggruppato in questo articolo che puoi andare a leggere cliccando Qui LINKOpens in a new tab.

Il melone è un alimento da somministrare al criceto?

Il melone a differenza dell’anguria è invece un ottimo alimento per il nostro piccolo amico.

Naturalmente come per la maggior parte dei frutti che si possono dare devono seguire un attento iter per la somministrazione.

Dobbiamo fare anche un’ulteriore premessa, non a tutti i criceti piace questo frutto, tra tutti quelli che possono mangiare ha un gusto particolare e dunque alcuni non lo gradiscono, uno tra quelli è proprio il mio Pipsy.

Avevo letto in una ricerca di un veterinario che grazie alle proteine ed alle vitamine contenute questo alimento era fondamentale per le difese immunitarie di questi piccoli roditori.

Avendolo nel frigorifero mi sono fiondata a prenderlo, seguendo le regole per servirlo al mio Pipsy gliene ho presentata una bella ciotolina.

Come di sua abitudine da ingordo si è subito preso tra le zampine una fettina, ma diversamente dal suo solito essere ingordo ha guardato con attenzione, assaggiato con cautela e guardandomi per farmi capire che la cosa non lo entusiasmava affatto lo ha lasciato senza volerne neanche un pezzetto.

Giustamente anche loro come noi hanno le loro preferenze e certe cose che proprio non gli piacciono.

Non sono stata ad accanirmi per farglielo mangiare, trovo scorretta l’insistenza in generale, e poi se si conta che non è vitale che prenda questo alimento per essere in salute ho deviato la mia attenzione su altri premi e cibi freschi che lui adora e che hanno un alto apporto di vitamine e proteine.

Non preoccupatevi, ho comunque approfondito l’argomento e quindi posso dare tutte le dritte ai padroncini di criceti golosi di melone.

criceto di spalle

Come somministrare il melone al criceto

Naturalmente esistono delle attenzioni per dare la giusta quantità di melone ai nostri piccoli amici e soprattutto come prepararla, perché anche se è un alimento concesso va usato con parsimonia o si rischiano gli stessi problemi che si avrebbero dando dell’anguria.

Per prima cosa controlla lo stato di conservazione e maturazione del melone, uno di questi frutti dato a maturazione eccessiva può creare al nostro animaletto dolori al pancino, ricordiamo che loro soffrono e possono morire anche di malattie silenti, quindi virus o batteri vanno evitati, e se il melone è da tempo aperto il rischio che si corre è proprio quello di creare dei processi nello stomaco del nostro criceto e renderle fatale lo sfizio di uno spuntino fresco.

Anche per noi umani il grado di maturazione ideale è quello in cui il gusto è dolciastro ma la polpa è compatta e non di un colore eccessivamente acceso.

Se si vuole conservare in frigo è bene riporlo in un contenitore ermetico per evitare poi che la maturazione proceda velocemente ed il frutto risulti inutilizzabile.

Per servirlo al nostro criceto prendiamo una fettina sottile, al massimo due millimetri, e tagliamo in listelli di circa un centimetro.

Aiutandoci con una forchetta posizioniamo nella ciotola del nostro amico e stiamo a vedere se è di suo gradimento o meno.

Se si vede che piace consigliamo di darlo non più di una volta a settimana, il suo eccesso di acidi e acqua esagerando potrebbe creargli problemi di dissenteria e di digestione.

Se vedete che non lo gradisce o che non lo finisce tutto togliete prontamente tutto quello che viene avanzato, così non si corre il rischio di creare problemi al piccolo.

Quali sono i meloni che si possono dare

Una cosa che ancora non abbiamo detto è che esistono differenti varietà di questo frutto, dal melone retati sino a quello sardo sono ben quattro. Vediamone insieme particolari e caratteristiche per comprendere se siano tutte specie che possiamo dare da mangiare al nostro amico.

1. Partiamo dal classico melone, il Retato.

Come dice il nome si distingue dagli altri per la sua buccia che ben ricorda una rete.

La sua polpa interna arancione è l’ideale per i nostri adorati piccini.

Sempre per quanto riguarda le caratteristiche ottimali per i criceti è questo quello con il minor numero di zuccheri e maggiore di proteine e vitamine.

2. Il melone di Cantalupa

E’ molto simile a quello appena descritto, con la differenza che non è presente il reticolo esterno della buccia.

Anche lui è ottimo come premio per i nostri criceti, la sua polpa ha lo stesso contenuto di proteine e vitamine del precedente.

La differenza sostanziale sta nel fatto che quello di Cantalupa matura prima rispetto agli altri e quindi il criceto avrà il piacere di assaggiarlo già in primavera.

3. Il melone d’inverno

E’ quello dalla buccia liscia gialla e l’interno bianco.

Questo andrebbe dato ai nostri criceti con molta più moderazione degli altri per il suo alto contenuto di zuccheri e dunque che comporterebbe problemi circolatori al nostro piccolo animaletto.

Per farlo assaggiare possiamo, ma facendo poi attenzione che il piccolo stia bene dopo.

4. Il melone amaro

Di forma allungata e verde, è ancora poco conosciuto in Italia, più diffuso in America ha delle proprietà ottime sia per gli umani che per i criceti, per questo si spera che arrivi anche più facilmente nelle nostre tavole.

Ricco di antiossidanti e con la capacità di aiutare la gestione degli zuccheri è ideale per viziare i criceti che troveranno buono il suo gusto particolare.

Quindi per concludere diciamo sì al melone ma con le attenzioni che abbiamo descritto sinora.

Articoli Correlati :

  • Il Criceto può Mangiare le Fragole? (LINKOpens in a new tab.)
  • Il Criceto può Mangiare le Mandorle? (LINKOpens in a new tab.)

Condividi L'articolo

Pipsy

Sono la Padrona di Pipsy, un bellissimo Criceto Russo di ben 4 Anni! Amo gli Animali e amo prendermene cura, nel mio tempo libero mi diletto con il Fai da te, creando simpatici giochi per i miei Roditori Domestici

Recent Content