Qual’è il Miglior roditore domestico da compagnia? quale scegliere?


Un argomento che merita una premessa, ovvero che non esiste un Roditore Domestico migliore o peggiore, faremo una carrellata delle loro caratteristiche principali, ma non possiamo dare una certezza che corrispondano a tutti gli esemplari, come per tutte le cose che potremmo citare all’infinito sappiamo bene che esiste anche l’eccezione che conferma la regola.

Quali sono i Roditori Domestici più affettuosi?

Ed ecco una cosa che ancora non vi ho detto, oltre al criceto possiamo adottare altri roditori che sono molto felici di avere un umano con loro.

Personalmente a casa ho anche Tony ( che deriva da Tony Manero) un topino ballerino, ovvero nome scientifico Mus musculus chinensis.

Un piccolo topolino che è tutto coda e piccolo corpo, ma che posso assicurarvi non ha alcuna paura di salire sulle mani e sembra anzi quasi esserne felice.

Un piccolo amico che ha poche pretese e preferisce anche avere compagnia nella sua gabbietta, ha una vita media di cinque anni e, insieme alla specie delle cavie ( o porcellino d’india) sono animali che erroneamente molti pensano sporchi.

Amano stare nella sabbietta e pulirsi spesso.

Possiamo quindi dare il primato di animaletti affettuosi e soprattutto puliti ed intelligenti (come pochi sarebbero pronti a scommettere) alla categoria dei ratti e delle cavie!

Naturalmente meritano menzione anche i criceti, in Italia è da pochi anni che questi piccoli amici si sono conquistati un posto tra i principali animali da compagnia, ma in altri luoghi, come ad esempio in Inghilterra, il loro affetto è premiato da anni.

Sappiamo bene che questi piccoli amici hanno vita breve ma sanno in questi anni regalarci una serie di emozioni che ci resteranno per sempre nel cuore.

Sono anche loro molto intelligenti e puliti ma all’inizio sta a noi conquistare la loro fiducia, perché partono con una sorta di diffidenza nei confronti dell’uomo e solo dopo che si fidano di noi cercano un rapporto.

Dopo cane e gatto nelle case degli italiani secondo i principali sondaggi si trovano come animali d’affezione i conigli, quindi sempre della famiglia dei piccoli roditori.

Sicuramente sono animaletti davvero molto intelligenti ed affettuosi, ma per loro è necessario fare alcuni ragionamenti prima di adottarli.

Anche se si possono acquistare in tutti i negozi di animali devi sapere che la cattività per loro è davvero difficile da reggere, se lo adotti devi anche prevedere molte ore di libertà o avrai sempre un piccolo molto triste.

Anche solo scorrazzare libero per casa può farlo felice ma mai troppe ore in gabbia, per quanto grande possa essere non lo rende felice.

Altro aspetto molto importante da tenere in considerazione è la sua delicatezza, le sue piccole ossa potrebbero anche rompersi facilmente se non si impara a prenderlo in braccio con le dovute cure, quindi se volete farlo vivere a contatto con i bimbi piccoli pensateci molto bene.

Addirittura i veterinari consigliano di non alzarlo mai da terra prendendolo con le mani, ma farlo salire per poi spostarlo o comunque lasciare che sia lui a muoversi per farsi prendere.

Non mi stancherò mai di ripetervi che quando si decide di adottare un piccolo roditore si devono sempre valutare sia le condizioni che ci rendono felici ma anche le loro esigenze, a volte è meglio desistere per il bene di entrambi.

Queste sono in assoluto le razze più dolci ed affettuose, altri piccoli roditori come cincillà e scoiattoli sono sempre simpatici amici che potete adottare, ma dovrete mettere in conto che per loro natura non amano il contatto con gli umani e dunque sarà difficile poter interagire.

Quali e quante sono le razze di roditori domestici?

Dobbiamo appunto fare una distinzione tra roditori domestici e tutti quelli presenti in natura.

Parliamo nella totalità infatti di ben 500 specie di animaletti ma sono meno di dieci quelli che possono sopravvivere in cattività.

Inoltre tra questi ultimi ci sono specie che sono felici e vivono bene la cattività ed altri che invece restano per tutta la vita sulla difensiva nei confronti degli umani.

Partiamo con i nostri amici criceti, piccoli roditori con vita media di quattro anni, abituati a vivere in cattività e felici solo se gestiti con le dovute attenzioni, hanno infatti delle abitudini che non si possono deviare perché fanno parte della loro natura: devono correre, prediligono il riposo di giorno e giocare la notte, amano rosicchiare e non vogliono altri simili nella loro gabbietta.

Per approfondimenti sul Mondo dei Criceti vi rimandiamo a questa Pagina dove troverete un’infinità diinformazioni, dai consigli sul cibo, alle gabbiette, dai giochi fai da te all’addestramento del criceto.

Se non hanno il giusto spazio diventano nervosi e fanno ben comprendere il loro malessere.

Se si cerca di conquistare la loro fiducia sicuramente è possibile instaurare un buon rapporto.

1) Le cavie, o anche detti porcellini d’india, sono animaletti più longevi, quindi è bene sapere che possono superare il decennio,hanno bisogno di cure ed attenzioni quindi valuta bene anche questi particolari prima di deciderne l’adozione.

Amano la compagnia, vivono bene in coppia e sono affettuosi ed attenti anche agli umani che li adottano. Non hanno paura dell’uomo e quindi sono capaci di dare davvero molto affetto.

2) Il coniglio nano è simile alle cavie in molte caratteristiche, vive qualche anno in meno ed è più pauroso, va conquistato in fatto di fiducia proprio come i piccoli criceti.

3) Il cincillà, che a vederlo ricorda un grosso scoiattolo dal manto più tendente a tonalità del grigio, è un animaletto che anni addietro ha rischiato l’estinzione per l’utilizzo nelle pelliccerie dal suo pelo.

Per fortuna ora è stato riconsiderato anche come animale d’affezione ed è fuori pericolo. Il suo è un carattere solitario, non ama i contatti con simili ed umani ma è molto intelligente e sa saprai conquistarlo ti stupirà per quante cose è in grado di apprendere.

4) Il citello, o scoiattolo europeo, è un piccolo roditore diurno, che ama saltare e correre, non è molto felice di vivere in cattività e a mio modesto parere per lui è davvero una sofferenza, personalmente preferisco vederlo di sfuggita in qualche passeggiata tra le montagne che saperlo sofferente in una gabbia, per quanto grande e confortevole essa sia.

5) I degu sono piccoli roditori che hanno una strana caratteristica che dovresti conoscere prima di adottarlo. In caso pensino di essere in un momento di pericolo hanno un piccolo strato di epidermide sulla coda che lasciano e non gli ricresce più.

Hanno delle zampine con artigli che gli servono per arrampicarsi, non sono amanti dell’uomo e quindi non pensare di adottarli e poter avere un rapporto.

6) Il gerbillo è un piccolo roditore simile al criceto, con un animo più indipendente, adora osservare ciò che gli sta intorno ed è molto curioso. Viene consigliata l’adozione a chi purtroppo non ha molto tempo da dedicare al proprio animaletto.

7) Il duprasi è in tutto e per tutto un gerbillo, anche nel carattere, lo differenzia solamente la coda, che ha una forma a clava, le serve per mantenere delle riserve di cibo e d’acqua.

8) Topi bianchi e topi ballerini, sono due tipologie di piccoli roditori che tutti dovremmo imparare ad apprezzare. Intelligenza e curiosità uniche, una buona fiducia nei confronti degli umani e tutto questo condito anche con dell’affetto che nessuno si aspetterebbe da loro.

Pensiamo anche di sfatare il mito che sono animali sporchi, sono infatti tra i roditori che passano più tempo nella sabbietta per la toeletta.

9) Scoiattolo rosso e giapponese, sono due animaletti bellissimi con occhi vispi e scatti velocissimi, amano arrampicarsi e correre, ma non sono sicuramente specie affettuose, purtroppo molti di quelli che si trovano in commercio sono presi direttamente dalle loro zone d’origine e dunque sono particolarmente diffidenti.

Per avere la loro fiducia si deve lavorare con molta pazienza e non è detto che si riesca ad ottenere.

10) Finiamo la nostra carrellata con il Surmolotto, un piccolo roditore molto simile ai topi comuni, che possiamo dire un animaletto realmente affettuoso, molto intelligente.

Se seguito con le dovute attenzioni questo piccolo roditore è in grado di imparare molto dal suo umano e dare davvero grandi soddisfazioni

Non viene preso molto in considerazione solamente per il suo aspetto da ratto comune.

I grandi roditori domestici

Se hai deciso di lanciarti in un’adozione di un grande roditore domestico sappi che le scelte sono limitate, parliamo di alcune specie di coniglio e di porcellino d’India.

Sono animaletti che necessitano di molto spazio e della possibilità di stare tutti i giorni qualche ora liberi.

Puoi con loro ottenere delle grandi soddisfazioni se parliamo di rapporto affettivo, ma se no hanno le dovute attenzioni si rattristano e vivono male.

I porcellini d’India hanno un peso che varia da uno a tre chili, sono animali con un pelo morbido e adorano pulirsi nella sabbietta.

Sono molto affettuosi e amano le coccole, per loro l’umano non fa paura anzi è sinonimo di curiosità, sono intelligenti e molto attenti a quello che succede intorno.

Anche i coniglietti domestici hanno un pso medio che oscilla intorno ai due chili, sono però molto più delicati di quanto possiamo pensare, addirittura molto di più di piccoli animaletti come i ratti.

Non amano essere toccati ed hanno bisogno di spazi ampi per giocare.

Sono molto intelligenti e capaci di apprendere dei comandi.

Adottateli solo se vi sentite in grado di coltivare il rapporto con loro, se non avete tempo lasciate perdere o dovrete vedervela con il loro sguardo triste che non è giusto condannarli ad avere.

I roditori più attivi di giorno

Abbiamo parlato delle varie specie che possiamo adottare, ma una caratteristica che ancora non abbiamo accennato è che molti sono animali prettamente notturni.

Con criceti, cincillà e scoiattoli il rapporto vero e proprio si può instaurare dal tardo pomeriggio, e se hai intenzione di tenere la gabbietta in camera da letto allora ti sconsiglio vivamente di adottarli, o potresti avere problemi a riposare di notte.

Pensa invece a specie come il porcellino d’India o i conigli, loro sono roditori che sono attivi più di giorno che di notte, amano giocare e quindi dalla mattina avrai la possibilità di iniziare ad interagire.

Naturalmente abbiamo già detto che sono più complicati da gestire ma con un piccolo sforzo per andare incontro alle loro esigenze e potrai avere un roditore domestico fedele e molto attento a te ed a farti capire quanto bene ti vuole.

Passiamo poi ad una categoria particolare, i topini, sia quelli bianchi che i ballerini non hanno un preciso ritmo veglia sonno.

Esistono tra loro alcuni esemplari che fanno delle sieste durante tutte le 24 ore, magari di breve durata per poi passare in piena attività qualche ora.

Quando adotti un roditore devi essere a conoscenza di tutte le sue esigenze, come tutti gli esseri viventi infatti hanno un loro ritmo vitale e se vengono disturbati potrebbero essere nervosi, personalmente i miei migliori auguri di andare a quel paese li ho dati a persone che hanno disturbati il mio sonno, loro, da buoni roditori, te lo farebbero capire con dei poco simpatici morsi.

Quindi a seconda del tipo di rapporto che cerchi e che lasso di tempo puoi dedicare ad un piccolo amico scegli la specie giusta secondo le medie di abitudini che ti ho detto.

Roditori poco impegnativi da tenere in casa

Ogni singolo piccolo esserino che adottiamo nelle nostre case è pur sempre un impegno.

Parlando di amici roditori ci sono delle specie che possiamo definire indipendenti, o che comunque non sono attratti dal rapporto con gli umani e sono felici se questi si limitano a dargli quello che è utile alla sopravvivenza.

Questo è impossibile da mettere in atto con conigli, criceti, porcellini d’India e con i topi.

Se invece prendete un Dogu o uno scoiattolo potete anche solamente pensare a cibo ed acqua e non dovete per forza farli uscire dalla loro gabbia, questa deve avere caratteristiche ben recise di grandezza e per loro è già una vita dignitosa.

Certo non devi dimenticare che l’ordine e la pulizia restano comunque obblighi che un padroncino deve attenersi a rispettare.

Quando mi parlano di animali poco impegnativi sinceramente mi viene la pelle d’oca, perché per me ogni singolo essere vivente che entra a far parte della famiglia è alla pari della sottoscritta degno di attenzioni ed affetto.

Persino il pesce rosso è un impegno da tenere costantemente in considerazione, va pulito, sfamato ed anche lui può dare delle piccole soddisfazioni se lo si considera parte della famiglia.

Tutti danno delle responsabilità, non è possibile lasciarli soli per dei giorni e quindi si deve prevedere che negli anni in cui saranno al nostro fianco ogni volta che dovremmo assentarci loro dovranno seguirci o avere qualcuno che se ne prende cura al posto nostro, non potremo sicuramente mai esimerci da queste responsabilità.

Se solo sappiamo che non ci sarà possibile tenere fede a questo impegno evitiamo categoricamente di portare a casa qualsiasi specie vivente.

Non si torna indietro a cuor leggero, adottare è per la vita non fino a quando siamo felici di farlo.

Quindi secondo il mio modesto parere non esiste animale poco impegnativo, possiamo solamente distinguere quelli che cercano un rapporto con il proprio umano da quelli con carattere indipendente.

Condividi L'articolo

Pipsy

Sono la Padrona di Pipsy, un bellissimo Criceto Russo di ben 4 Anni! Amo gli Animali e amo prendermene cura, nel mio tempo libero mi diletto con il Fai da te, creando simpatici giochi per i miei Roditori Domestici

Recent Content