Come costruire un parco giochi per criceti fai da te


L’idea di mettermi a costruire un parco giochi per il piccolo Pipsy è nata da due cose fondamentali:

  • La mia passione per il fai da te ed il recupero di materiali desueti,
  • Mio figlio che un giorno mentre era al parco si è avvicinato e mi ha chiesto: mamma ma Pipsy è triste perché non ha un parco giochi. glielo costruisci tu?
  • Beh, come si può dire di no al proprio bimbo che ti guarda con occhi da cerbiatto?

Ok allora in pochi giorni sono riuscita a reperire il materiale ed a costruire un vero e proprio parco divertimenti con percorso didattico al piccolo Pipsy.

La prima volta era un pochino perplesso, girava tra le varie attrazioni e le considerava poco, ma dopo qualche giorno posso dire con orgoglio che le guarda e prova tutte.

Ora preferisce fare le varie attività del suo parco rispetto a quelle standard della gabbietta, lì ormai usa solamente la sua ruota.

Naturalmente ho deciso di condividere con te anche questa mia avventura spiegandoti bene ogni passo da fare per rendere felice il tuo piccolo amico, proprio come i bimbi al parco giochi.

Materiali e attrezzi necessari per costruire il parco giochi

Quando decidi di iniziare questa simpatica avventura, della costruzione di un parco giochi per il tuo piccolo criceto, devi procurarti materiali ed attrezzi necessari, poi ci sono i vari suppellettili che ti suggerirò per personalizzare la tua opera.

Partiamo con l’occorrente in attrezzatura necessaria:

  • Pistola per colla a caldo
  • Forbici ben affilate
  • Scotch di carta
  • Matita hb
  • Righello
  • Forbici a tenaglia
  • Colla vinilica
  • Pennello largo.

Per quanto riguarda invece il materiale per realizzare le attrazioni ed il luogo dove far sorgere il parco divertimenti cricetoso ti occorre:

 

  • Legnetti piatti (gli stecchi dei ghiaccioli per intenderci, puoi riciclare quelli, facendo attenzione di lavarli molto bene, o li trovi in vendita qui) in quantità abbondante perché sono alla base di molti giochi, direi minimo 150 unità.
  • Spago
  • Legnetti di diametro massimo 5 millimetri, di quelli che trovi in natura passeggiando per i campi
  • Rotolo di cartone della carta igienica finita
  • Due sfere in legno, quelle che si usano per profumare i cassetti, magari per riciclarli quando hanno finito il loro utilizzo come profumatori
  • Segatura
  • Tappetino di finta erba con altezza massima 5 millimetri
  • Finto muschio, per intenderci quello che utilizziamo per i pastorelli nel presepe di Natale
  • Coperchio in cartone di una scatola almeno 60×40.

La preparazione della base del parco giochi

Iniziamo proprio dalla base, ovvero il pavimento del nostro parco giochi.

Prendiamo il coperchio di cartone della scatola, se non lo trovi puoi usare anche un pezzo di uno scatolone, devi però fare dei piccoli bordi alti almeno due centimetri perché altrimenti potresti far cadere a terra tutto con un solo movimento sbadato.

Passiamo a rendere impermeabile la base.

  • Prendiamo una ciotola e mettiamo il contenuto del vasetto della colla vinilica (circa 150 millilitri) e mettiamo insieme una tazzina da caffè di acqua.
  • Giriamo attentamente il composto e con il pennello lo stendiamo su tutta la superficie del coperchio dalla parte interna.
  • Lasciamo asciugare per bene, non deve risultare più appiccicosa la colla ed essere completamente trasparente per essere certi di poter procedere, e continuiamo con il nostro lavoro.
  • Prendiamo il tappetino erboso e tagliamolo della misura dell’interno del nostro coperchio.
  • Con l’aiuto di qualche goccia di colla a caldo fissiamo il tappeto alla base precedentemente impermeabilizzata, tutto questo ci serve per poter mantenere pulito dopo ogni utilizzo il nostro parco.
  • Con la segatura facciamo uno o due mucchietti che possono servirci per dare maggiore familiarità e sicurezza al nostro piccolo amico.

Ed ecco pronta la base per il nostro paro, naturalmente anche qui puoi scatenare la fantasia, io ad esempio con i bimbi ho realizzato un piccolo cartello con uno stecco e un cartoncino con scritto Pipsy Land ed ho incollato dove abbiamo deciso sarebbe stato l’ingresso per i piccoli amici.

Il tunnel mimetizzato

Iniziamo da un gioco davvero molto semplice da realizzare.

Prendi il tubo della carta igienica di cartone, prendi della colla vinilica ( circa 75 millilitri) e mezza tazzina da caffè di acqua tiepida.

Amalgama bene il composto e con il pennello fai in modo da riempire bene tutta la parte interna, questo aiuta a fare in modo che il criceto non si faccia prendere dall’istinto del rosicchiare, ma anche in caso di bisognini per pulire ed igienizzare velocemente.

A lavoro completamente asciutto prendiamo invece la parte esterna e con pazienza, colla a caldo e muschio finto rivestiamola aggiungendo ne una quantità maggiore nella parte che rimarrà a vista e non dove verrà appoggiata nella scatola.

Ecco finita la prima attrazione, il tunnel che gli farà rivivere le emozioni degli anfratti naturali dove andrebbe se non fosse in cattività a nascondersi.

L’altalena basculante

Andando per gradi di difficoltà abbiamo un’altra giostra davvero semplice da realizzare ma che piace moltissimo al nostro piccolo Roditore Domestico.

Iniziamo disponendo su di un tavolo 19 legnetti piatti come a formare un rettangolo compatto.

Prendiamo altri quattro legnetti e con l’aiuto della colla a caldo li mettiamo perpendicolari a quelli appoggiati, vicini alle estremità, questi hanno la funzione di tenere uniti tutti i 19 stecchi che in precedenza abbiamo appoggiato al tavolo.

Circa a metà della lunghezza del triangolo, vicino a dove abbiamo incollato i legnetti perpendicolari, quindi alle due estremità, incolliamo, sempre con la nostra pistola a caldo, le due sfere di legno che abbiamo preso dai cassetti dove avevano finito il loro compito di profumarli.

Se prendiamo ora il tutto, capovolgiamo ed appoggiamo a terra, vedremo che la struttura poggia solo sulle sfere e a seconda di dove si mette un peso tutta la struttura si alza o si abbassa.

Il nostro criceto si divertirà un mondo a correre a destra e sinistra per la sensazione che da la giostra di movimento.

Lo scivolo

Non esiste parco giochi che si rispetti dove non ci sia uno scivolo, ed anche i nostri piccoli amici possono averne uno dove divertirsi.

Iniziamo preparando la scaletta, prendiamo due legnetti interi e quattro che con la nostra tenaglia divideremo a metà.

Prendiamo i due legnetti lunghi e sistemiamoli paralleli davanti a noi, con l’aiuto della colla a caldo dobbiamo adesso costruire la scaletta, alterniamo un legnetto ed uno spazio di qualche millimetro fino a finire tutta la lunghezza dei legnetti.

Prendiamo ora sei stecchi interi ed uno che divideremo in due parti uguali. I sei lunghi li avviciniamo a formare un rettangolo e quelli a metà invece li useremo con la colla a caldo per fermare tutti insieme quelli verticali.

Adesso abbiamo la scaletta e la parte dove devono scivolare i nostri piccoli amici, su quest’ultima va passata per almeno tre volte, (lasciando ben asciugare tra una passata e l’altra,) della colla vinilica sulla sua superficie.

Prendi ora due piccoli cubetti di legno di 5 millimetri di lato che vi serviranno per incollare insieme le due parti con la giusta inclinazione.

Armati della nostra cara amica colla a caldo prendiamo i due cubetti ed incolliamoli sul retro della scaletta in un lato, poi attacchiamo a formare un triangolo con il pavimento, anche la parte dello scivolo ai cubetti.

Nei due lati della parte scivolo consigliamo di incollare in perpendicolare due legnetti ai lati per fare in modo che siano delle piccole protezioni.

Ecco pronto un divertente scivolo che possiamo decorare come vogliamo, magari con una bomboletta di colori acrilici si può anche decorare e rendere allegro.

L’altalena con i legnetti

Qui passiamo ad un progetto leggermente più complicato dei precedenti.

Partiamo parlando di come devi trattare i legnetti che hai trovato in natura per poterli utilizzare.

Devi per prima cosa con un cutter togliere tutti i nodi e renderli il più possibile lisci.

Devono essere asciutti per evitare il proliferarsi di muffe, perché potrebbe il tuo criceto anche voler “assaggiare” la nostra opera e non deve correre rischi per la salute neanche in questi casi.

Quindi possiamo iniziare con una decina di legnetti lunghi all’incirca sei o sette centimetri, avviciniamoli e con l’aiuto della colla a caldo uniamoli a formare un rettangolo.

Prendiamo poi la corda e sempre con la colla facciamo che ci siano ai quattro lati almeno dieci centimetri di cordino che useremo per appendere alla struttura ecco che la base dell’altalena è pronta.

Ora invece con i nostri stecchi dei ghiaccioli formiamo, unendoli con la colla a caldo, formiamo tre quadrati, che poi uniremo insieme a formare una specie di ponticello, che è poi la struttura portante della nostra altalena.

Avremo due quadrati ai lati ed uno sopra a tenere tutto unito, non ci resterà che legare al quadrato sopra la nostra struttura con lo spago ed ecco pronta l’altalena dove il nostro piccolo amico criceto potrà dondolarsi!

Nel fai da te a leggere sembra tutto davvero molto complicato ma alla fine è molto più facile a farsi che a dirsi!

Per decorare l’altalena io ho preso del muschio finto e con la mitica pistola della colla ha caldo ho attaccato qualche piccolo pezzetto alla struttura, per mimetizzare e rendere tutto molto più naturale.

Naturalmente questo non è un passaggio obbligatorio, puoi anche lasciare l’altalena al naturale o colorarla in stile Las Vegas, tanto il tuo piccolo amico sarà sempre felice di dondolarsi e di godere del suo gioco.

Come allestire il parco giochi per il nostro criceto

Ed ecco che abbiamo la base e tutte le attrazioni, non ci rimane che allestire lo spazio per i divertimenti del nostro piccolo.

Iniziamo trovando uno spazio giusto dove appoggiare la base del parco, ricorda che non hai una gabbia ma un luogo aperto, quindi non ci devono essere pericoli intorno alla zona, potrebbe capitare che per un attimo di distrazione il piccolo uscisse quindi non sarebbe più al sicuro.

Trovato il luogo ideale si deve anche pensare che non conviene realizzare un allestimento incollando le attrazioni, altrimenti sarebbe difficoltoso procedere alla pulizia dopo averlo usato.

Ho pensato questo parco proprio per avere la possibilità ogni giorno di togliere tutto quello che si trova al suo interno e lasciare la base all’aperto per evitare che si formino odori cattivi o comunque che non sia completamente igienico.

Appoggia quindi la base nel luogo che hai deciso di usare per giocare con il tuo piccolo amico e poi prendi tutte le attrazioni costruite che potrai tenere in una scatola per le scarpe e sistemale come a fare un percorso, parti dal tunnel e inseriscile tutte facendo attenzione che ci sia lo spazio per il passaggio del tuo amico.

Devi avere accortezza perché se non lasci lo spazio per girare intorno alle attrazioni potrebbe perdere l’interesse e non trovare poi così divertente tutto quello che con impegno ed amore gli hai costruito.

Il criceto non gioca, come posso non rendere vani i miei sforzi?

Ed eccoci al fatidico momento del far giocare il piccolo amico, lo appoggiamo in centro pronti con il telefono a riprendere le sue peripezie e….

Lui si mette in posizione di difesa ed inizia a farsi quatto quatto.

Il primo pensiero è il dispiacere per lui e poi la rabbia per aver sprecato tanto tempo dietro a questo progetto.

Niente paura, è possibile risolvere con pazienza e dando la possibilità al piccolo di trovare divertente il parco, fino finalmente a vederlo proprio felice di andare tra le sue attrazioni.

  • Ricordi come hai fatto all’inizio della tua conoscenza con il tuo criceto?
  • Quando aveva paura di te e non riuscivi neanche a prenderlo tra le mani?

Ecco devi con la memoria ripercorrere quei momenti, come con i premietti prendevi confidenza.

Prendi dei semi di girasole o i premietti che principalmente adora il tuo piccolo, mettine uno vicino all’inizio della prima attrazione che hai deciso di utilizzare e lascialo familiarizzare, procedi per gradi, lascialo per qualche giorno con il suo cibo preferito, seguilo, incitalo e coccolalo per come è abituato nel vostro rapporto, vedrai che nel giro di una decina di giorni il piccolo si divertirà nel suo parco divertimenti che con tanta passione ed amore hai costruito.

Un accorgimento molto importante è quello di evitare di lasciarlo solo mentre sta giocando, se succede qualcosa che lo spaventa sicuramente non vorrà più proseguire a divertirsi.

Se hai la necessità di lasciarlo incustodito esistono in commercio delle scatole in plexiglas con differenti misure, puoi acquistarne una dove mettere all’interno la base con tutti i giochi e lasciandola aperta il tuo amico non correrà alcun rischio e potrà divertirsi in sicurezza.

Naturalmente non è un sostitutivo della gabbietta perché non ci sono dei fondamentali che il criceto cerca, il beverino, le ciotole la ruota e i suoi spazi per riposare, dunque puoi lasciarlo qualche ora a giocare ma poi riportalo nel suo habitat.

Condividi L'articolo

Pipsy

Sono la Padrona di Pipsy, un bellissimo Criceto Russo di ben 4 Anni! Amo gli Animali e amo prendermene cura, nel mio tempo libero mi diletto con il Fai da te, creando simpatici giochi per i miei Roditori Domestici

Recent Content