Perché I Conigli Nani Perdono Il Pelo?


Perché I Conigli Nani Perdono Il Pelo?

Il coniglio è un roditore conosciutissimo, presente in diverse razze sul nostro territorio ma soprattutto nel resto del mondo.

Amato dagli allevatori, questo simpatico animale presenta delle varianti molto simpatiche che attirano le famiglie con bambini e non solo, al fine di adottare un esemplare per rallegrare l’ambiente domestico.

I conigli che meglio si prestano a tale scopo sono quelli nani: si tratta di una versione ‘mini’ molto in voga, poiché sono animali simpatici, puliti e dal facile mantenimento, a partire dalla dieta fino ad arrivare alla pulizia, e che se tenuti nella giusta maniera sapranno ricambiarci con amore e affetto.

Il coniglio, come ogni animale non è un giocattolo e bisogna tener conto che esso comporta delle responsabilità, ad esempio capire quando ha qualche problema di salute.

Uno dei motivi principali per cui si sceglie il coniglio come prossimo animale domestico è la morbidezza del pelo.

In questo articolo ci concentriamo su questo elemento importante il cui stato ci comunica l’effettivo benessere dell’animale: in caso si verifichi una perdita anomala della pelliccia è il caso di prestare molta attenzione a sintomi e cause.


Perché I Conigli Nani Perdono Il Pelo

Coniglio nano

Dopo aver stabilito se le perdite di pelo sono presenti in quantità normale o anomala, bisogna cercare di capire, nel secondo caso, quale sia il motivo.

Le ragioni della perdita del pelo sono diverse: infezioni da parte di parassiti o batteri, disturbi del tratto urinario, problemi ai denti, squilibri ormonali, false gravidanze, troppi ‘partner’, litigi con altri conigli.

Nei casi più gravi questo fenomeno è accompagnato da dolore e prurito però c’è una buona notizia, infatti è possibile combattere questa situazione con l’utilizzo di appositi farmaci.


Quando La Perdita Del Pelo È Normale

Come altri animali anche il coniglio perde il pelo periodicamente: si tratta della normale muta e se il suo organismo funziona correttamente avverrà ogni 3 mesi.

Sono due le volte in cui cambia totalmente il manto, in particolare quando si verifica l’abbassamento delle temperature perché sostituisce il pelo ‘primaverile’ con quello invernale più morbido e caldo.

Il cambio del pelo ha una durata che varia a seconda di ogni esemplare, infatti in alcuni si tratta di un paio di giorni, mentre per altri conigli possono volerci fino a 3 settimane, e in tale periodo bisogna controllare che non si lecchi altrimenti ingerirà grandi quantità di pelo morto e si creeranno palle di pelo nell’apparato digerente.

Se il processo della muta avviene senza problemi, il pelo ricrescerà una volta caduto quello morto, inoltre lo schema è molto semplice da riconoscere perché uguale per ogni coniglio: prima il collo, poi la schiena e a seguire lo stomaco, infine la coda.

Per accompagnare la muta possiamo spazzolare spesso l’animale per liberarlo dalla pelliccia in eccesso, nutrirlo con molte fibre e integrare la dieta con alcuni frutti per rafforzare la pelle sottoposta a stress.


Perdita Del Pelo Anormale

Il pelo del coniglio è un elemento che aiuta il proprietario ad identificare lo stato di salute dell’animale, tenendo conto che esso cambia il pelo con il susseguirsi delle stagioni, se questo fenomeno si verifica invece in ogni periodo dell’anno, occorre una visita dal veterinario per capire quali siano i problemi.

Bisogna preoccuparsi non solo della frequenza con cui il coniglio perde pelo, ma anche di elementi pericolosi a cui questo fenomeno può essere associato, ossia: pelle squamosa, forfora, pelle infiammata, presenza di piaghe o ferite.


Cause Della Perdita Di Pelo Anomala

Coniglio nano  dimensioni

Sono molte le ragioni per cui il coniglio nano può perdere il pelo in modo anormale:

Parassiti :

Una delle cause principali è la presenza di parassiti e acari, che sono portatori di fastidioso prurito per il nostro piccolo amico che comincerà quindi a grattarsi in modo insistente strappandosi inevitabilmente grandi quantità di pelo.

Rogna :

Si riconosce tramite delle croste che appaiono agli angoli degli occhi, delle orecchie, della bocca e sulle dita dei piedi.

Anche i casi più lievi di questa problematica non vanno trascurati assolutamente perché queste croste puzzolenti possono espandersi rapidamente e aumentare il rischio di infezioni batteriche.

Cancro dell’orecchio :

Causato dagli acari, questa è una delle malattie più brutte per il coniglio perché è una condizione molto dolorosa che si manifesta sottoforma di prurito e intensa irritazione non solo nella parte esterna dell’orecchio ma anche all’interno del condotto uditivo.

Il coniglio con questo cancro sentirà forte dolore nella zona delle orecchie e non vorrà essere toccato, tutto ciò causerà la perdita di molto pelo in questa zona.

Acari della pelliccia :

Rispetto alle malattie di cui abbiamo parlato questa è la condizione meno fastidiosa, e si riconosce per la presenza di piccoli batuffoli molto somiglianti alla forfora, tuttavia non è da trascurare perché con il passare del tempo vedremo cadere chiazze di pelo.

Acari del ratto tropicale :

Questi si nutrono di conigli e altri mammiferi, e come le altre tipologie di acari provocano molto prurito con conseguente perdita del pelo in gran quantità.

E’ possibile rimuoverli con farmaci ma bisogna capire quale sia l’ospite principale, solitamente infatti vengono portati al nostro coniglio da ratti o piccioni che vanno assolutamente rimossi dall’ambiente.

Acari della rogna scavante:

Sono molto aggressivi perché possono portare l’animale a diventare molto aggressivo, anche se in realtà colpiscono più le cavie che i conigli.

Tigna :

Questo fungo causa caratteristiche lesioni circolari in rilievo di colore rosso e dai bordi indistinti, a volte ci possono essere anche delle croste.

Problemi ai denti:

Questi disturbi sono abbastanza facili da individuare perché comportano la perdita di pelo nella zona del mento e torace, accompagnata da altri sintomi come il manto bagnato, abitudini alimentari che improvvisamente cambiano, sbavatura, ed alcuni conigli arrivano anche a rifiutare l’acqua e, se il prurito è eccessivo, a masticare zone di pelle causando delle ferite.

Problemi al tratto urinario:

Anche in queste circostanze la perdita di pelo è localizzata in aree ben precise, in tal caso si verificherà l’alopecia intorno alla coda e fra le zampe posteriori.

Le malattie che interessano il tratto urinario non agiscono solo all’esterno ma anche internamente causando infezioni e perdite di urina che, come la saliva è caustica e causa bruciore.

Pododermatite:

Questa alterazione interessa la cute delle zampe di conigli e cavie, che diventa infiammata, ulcerata e si infetta, causando dolore e ostacolo alla mobilità: tale infezione può estendersi dalla cute ai tessuti sottostanti.

Batteri:

Le infezioni batteriche si presentano negli esemplari che vivono in zone piuttosto umide e quindi non riescono mai ad avere il pelo completamente asciutto, questo può portare la perdita dello stesso e nei casi peggiori indurre le mosche a nidificare nel manto del coniglio.

Gravidanza:

Che sia falsa o reale, la gravidanza porta il coniglio a strapparsi del pelo per creare un nido morbido ed accogliente per la cucciolata.

Auto pulizia eccessiva:

Se il coniglio si pulisce troppo, questo comportamento è sintomo di stress o noia, è dunque importante intervenire dandogli più spazio per muoversi e occasioni di svago.

Combattimenti con altri conigli :

In questo caso è importante sterilizzare ogni esemplare ed eventualmente dividerli.

Squilibrio ormonale :

Non è molto comune, in ogni caso una visita dal veterinario chiarirà ogni dubbio.


Lo Stress Può Essere La Causa Della Perdita Del Pelo?

Sì, infatti questo piccolo animale è molto sensibile a situazioni come lo svezzamento, l’ambientamento in una nuova casa, la conoscenza dei nuovi proprietari, la mancanza di spazio o la presenza di altri animali in questo.

Per ridurre lo stress a cui esso è sottoposto bisogna rapportarsi con lui in modo tranquillo e graduale, lasciandogli il giusto spazio sia per quanto riguarda l’ambiente che può esplorare liberamente, sia per quanto concerne l’ampiezza della gabbia.


Come Si Possono Evitare Le Infestazioni Parassitarie?

Evitare shampoo, polveri per pulci, unguenti e bagni frequenti poiché la causa della perdita del pelo non è la mancata pulizia del coniglio, bisogna invece valutarla bene insieme al veterinario.

Come aiutare il coniglio a non perdere il pelo?

In seguito all’individuazione del problema, il veterinario saprà prescrivere la giusta terapia, ci sono infatti molti farmaci che in modo innocuo sull’animale ma aggressivo sulla patologia, riescono a riportare il nostro coniglio in salute.

La Perdita Del Pelo Può Dipendere Dall’alimentazione?

Sì, la sensibilità del coniglio interessa anche questo aspetto, infatti l’alimentazione è il pilastro fondamentale per la sua salute, che ovviamente si rispecchia anche in un pelo folto e sano.

E’ importante in questo caso escludere innanzitutto ogni altra causa, dopodiché controllare se ha qualche carenza nutrizionale, in particolare è la mancanza di fibre che lo porta a strapparsi il pelo, dunque possiamo integrarle con appositi snack che in poco tempo riporteranno la situazione alla normalità.

Pipsy

Sono la Padrona di Pipsy, un bellissimo Criceto Russo di ben 4 Anni! Amo gli Animali e amo prendermene cura, nel mio tempo libero mi diletto con il Fai da te, creando simpatici giochi per i miei Roditori Domestici

Articolo Precedente