Come pulire la gabbia del criceto senza usare sostanze chimiche


Le sostanze chimiche sarebbero da evitare per tutti i luoghi in cui vivono animali, specialmente se si parla di Criceti e bambini, che potrebbero senza saperlo ingerirle ed avere delle conseguenze anche gravi.

Per nostra grande fortuna la natura ci ha dato moltissime alternative, voglio aiutarti a trovare la giusta soluzione a tutte le esigenze di pulizia che puoi avere, senza però creare problemi ai piccoli amici che dividono la casa con te.

Tutte le ricette di prodotti che possono servirti le ho personalmente provate, quindi posso garantirti l’efficacia anche nelle situazioni più disperate, il segreto è quello di lasciare agire i composti più tempo se ci sono odori sgradevoli o delle incrostazioni che non sembrano volersene andare.

Ecco quindi i miei Consigli su Come pulire la gabbia del criceto senza usare sostanze chimiche.

Piccola premessa sul dove mettere il nostro Criceto mentre si pulisce la sua casetta

Naturalmente se dobbiamo solamente pulire giornalmente il beverino e le ciotoline il criceto può tranquillamente restare nella gabbietta, ma se si devono fare le pulizie a fondo il nostro piccolo amico non sarebbe felice di assistere a tutto questo trambusto nella sua casetta.

Se hai un trasportino che usi per portarlo dal veterinario o comunque per gli spostamenti potrebbe essere una soluzione, oppure puoi metterlo nel parco giochi per farlo divertire e non pensare allo sconvolgimento dei suoi spazi.

Se non hai a disposizione il suo parco giochi allora hai la possibilità di mettere per qualche minuto il tuo piccolo amico in un contenitore a sponde alte trasparente.

(Approfitto della Citazione per consigliarti la Lettura dell’articolo che ho scritto sul parco giochi per criceti Fai da Te che puoi leggere cliccando qui.)

Se sul fondo lasci qualche pezzetto di carta igienica e un premietto rendi tutto meno traumatico.

Per farlo uscire dalla gabbietta puoi farlo salire sulla tua mano, se hai raggiunto il giusto grado di confidenza, oppure farlo entrare in un giochino come un tunnel di carta con all’interno un semino di girasole o un pezzetto di formaggio, il richiamo del pancino funziona sempre con il nostro piccolo.

Quando lo sposti fallo sempre con delicatezza, il tuo soffice amico si spaventa davvero facilmente.

Eliminare odori sgradevoli in modo naturale

Uno dei problemi principali quando si pulisce una gabbietta è proprio quello di eliminare possibili odori cattivi, ed è per questo che molte persone sono tentate di affidare questo compito a prodotti chimici che abbiano anche un profumo gradevole per il dopo pulizia. Quello che non abbiamo considerato è che esiste un mix vincente proprio tra le cose che ci sono in qualsiasi dispensa!

Ovvero bicarbonato e succo di limone. Per un’efficace azione anche sul fondo di canapa o qualsiasi zona della gabbietta che volete pulire e deodorare procedete in questo modo:

Cospargete la polvere di bicarbonato fino a coprire tutta la superficie da pulire

Prendete uno spruzzino (possibilmente prendetelo nuovo e non dove ci sono stati prima agenti chimici, qui ne puoi trovare uno ottimo per preparare i prodotti del tuo piccolo amico e versaci 100 ml di succo di limone e 20 ml di acqua tiepida

Spruzza il composto direttamente sul bicarbonato, vedrai che forma una schiuma che “frigge” lascia il tutto agire per almeno 3 minuti

Con un panno in microfibra, che terrai solo per questa operazione ( io ho questo kit e li tengo uno per le pulizie in fino, due per lucidare e l’ultimo per profumare) vai a togliere tutto il composto sciacquando in acqua calda il panno, ma senza mettere liquidi per eliminare la poltiglia che abbiamo creato con bicarbonato e limone.

Facciamo attentamente asciugare, in estate all’aria aperta ed in inverno vicino ad un calorifero, sappiamo bene che l’umidità è nemica dei nostri piccoli amici, e sentirete sin da subito che al posto dei cattivi odori c’è un fresco profumo di limone che apprezzerà anche il criceto, ed anche in caso dovesse leccare delle zone trattate non ci sarebbe alcun problema!

Pulire e lucidare i giochi, togliendo anche le impronte dal plexiglas

Un altro tra i crucci delle pulizie è quello di come far splendere i giochi e le gabbiette in plexiglas, la soluzione è così facile che vi stupirà.

I nostri alleati in questa operazione sono: aceto e panno in microfibra.

Vediamo i semplici passaggi per ottenere tutte le parti plastiche completamente lucide ed affrontiamo anche il problema delle incrostazioni possibili come ad esempio parti di cibo che il nostro piccolo amico ha nascosto di cui non ci siamo accorti.

  • Iniziamo prendendo il panno e passandolo sotto l’acqua tiepida, poi provvediamo a strizzare molto bene, deve risultare umido ma non bagnato oppure perde la sua proprietà assorbente
  • Spruzza su una parte del panno una quantità di aceto di vino bianco pari ad un cucchiaio da minestra
  • Con pazienza passa con una buona dose di olio di gomito tutte le parti in plastica da pulire, poi prendi un foglio di carta assorbente per asciugare e non lasciare che si formino aloni.

Ti stupirai di quanto un semplice prodotto come l’aceto sia efficace sugli aloni e sullo sporco, ma nel caso dovessi trovare delle zone che non vengono pulite è possibile chiedere l’aiuto del bicarbonato, insieme sono una vera e propria forza contro ogni incrostazione.

Procedi così:

  • Fai cadere sullo sporco un cucchiaino da caffè di polvere di bicarbonato
  • Versa un cucchiaio di aceto sopra e lascia agire, noterai che farà da subito molta schiuma, è la reazione che ti farà uscire vincitrice da questa diatriba con le incrostazioni!
  • Passa alla fine un panno per togliere tutto e asciuga con della carta assorbente per lucidare bene e non lasciare aloni.

Stiamo parlando della gabbietta del nostro amico, ma ti confesso che io uso solamente questi prodotti per pulire tutta casa, non spendo molto e non mi servono agenti chimici per avere una casa che profuma sempre di fresco grazie al limone ed è sempre lucida per effetto dell’aceto di vino bianco.

Lucidare e pulire le zone in acciaio

Se sei già pronta con spugnette semi abrasive o creme chimiche sappi che stavolta quello che ci serve invece è da correre a prendere nei cassetti del bagno.

Per lucidare e mantenere sempre pulite le ciotoline ed altre zone in metallo usiamo il dentifricio, proprio così vi stupirete di come rimane tutto pulito in pochi secondi e sì, sarete tentate (fatelo!!!) di provare anche in tutta casa, come ad esempio per i rubinetti e le maniglie delle porte.

Il procedimento è davvero semplice:

  • Prendi il dentifricio e versane una quantità pari da poter ricoprire tutta la zona da pulire;
  • Dopo un minuto che hai lasciato agire prendi il panno in microfibra asciutto e sfrega sino a quando si sarà tolto completamente il dentifricio ed avrà lasciato spazio ad una superficie pulita, lucida e profumata.

Il nostro piccolo amico può anche morsicchiare dopo le superfici e non ci sarà nulla di cui preoccuparsi.

Sanificare i giochi e le zone in legno

Se hai una gabbietta in legno e vuoi pulirla e lucidarla anche in questo caso puoi usufruire di un rimedio tutto naturale, questo vale anche per tutti i giochi e le casette, comprese quelle fatte da noi con i legnetti dei gelati.

Servono solamente due semplici ingredienti: olio d’oliva ed aceto di vino bianco.

Procedi in questo modo:

  • Prendi un quarto di bicchiere di aceto e mezzo di olio, metti insieme in una ciotola ed aggiungi mezzo bicchiere d’acqua tiepida
  • Mescola fino a che l’olio sia il più unito al resto possibile, prendi un panno in microfibra ed imbevilo per bene, il legno deve risultare come bagnato quando passerai sulle superfici
  • Strizza leggermente per non colare ovunque e procedi a pulire le zone in legno, sfrega a fondo dove vedi delle macchie e se vuoi che il risultato della lucidatura sia ottimale procedi sempre nel verso delle venature naturali.

Anche in questo caso la ricetta può essere utile per tutte le zone in legno della casa.

Ogni quanto tempo si deve pulire la gabbietta del criceto

Ecco uno dei discorsi che fanno parte del soggettivo, ovvero, ognuno di noi ha abitudini differenti. Io vi do una mia personale media, quella di una mamma che vuole la casa sempre profumata anche per i suoi molti pelosini ma non è fissata.

Ogni giorno a Pipsy pulisco il beverino e cambio l’acqua, passo con un panno le ciotole prima di dargli da mangiare e basta.

Una volta a settimana pulisco i giochi e cambio la segatura del fondo.

Ogni due settimane invece mi dedico alla pulizia profonda, tolgo proprio tutto dalla gabbietta e metto in atto il kit delle pulizie che ho appena descritto sopra.

Con questo schema non ho mai sentito odori sgradevoli neanche nelle giornate più calde.

Naturalmente sono solo suggerimenti, poi se qualcuno volesse anche tutti i giorni pulirla a fondo non ci sono controindicazioni, solo faresti stare sempre nervoso il tuo piccolo amico.

Lui ha delle sue abitudini e vorrebbe stare tranquillo di giorno, non sicuro vedersi sobbalzato per le pulizie, fai quindi un calcolo tuo tenendo ben presente questo particolare.

Prepara il kit pulizie per avere sempre tutto pronto a portata di mano

E per finire prepariamo una scatola con tutto quello che ci serve per la pulizia così ogni volta sarà anche facile avere tutto a disposizione.

Prendiamo una di quelle scatole di cartone con coperchio, volendo la possiamo anche personalizzare con scritte e disegni (scusate ma la vena artistica che è in me prende il sopravvento) e mettiamo al suo interno:

  • Una bottiglia d’aceto di vino bianco
  • Una bottiglia di succo di limone
  • Una bottiglia di olio d’oliva
  • Una confezione di bicarbonato di sodio
  • Un tubetto di dentifricio ( se prendete quello al bicarbonato sarà ancora più efficace per le macchie)
  • Almeno due panni in microfibra che vanno sempre lavati dopo ogni utilizzo e lasciati asciugare bene prima di riporli.

Questo è il kit naturale che personalmente uso per pulire tutta casa, anche perché oltre Pipsy vivono con noi: due cani (Ringo e Trappola) un gatto ( Testazza) pesciolini, una tartaruga ( Ruga) ed un topino ballerino ( Tore).

Quindi in ogni angolo potrebbe essere pericoloso utilizzare agenti chimici.

Sono certa che provando a pulire la gabbietta con questo kit vi troverete a voler provare anche per tutto il resto e sarete completamente rapiti dal mondo delle pulizie naturali! Buon lavoro.

Condividi L'articolo

Pipsy

Sono la Padrona di Pipsy, un bellissimo Criceto Russo di ben 4 Anni! Amo gli Animali e amo prendermene cura, nel mio tempo libero mi diletto con il Fai da te, creando simpatici giochi per i miei Roditori Domestici

Recent Content