Perché I Conigli Fanno Morire I Figli?


Perché I Conigli Fanno Morire I Figli?

Il coniglio è un roditore molto dolce e affettuoso ma ha alcuni ‘lati oscuri’.

Parliamo oggi di un argomento molto delicato, ossia i cuccioli che a volte possono essere mangiati dalla madre, ma perché questo accade?

Premettendo che il coniglio è un animale molto sensibile e che si spaventa facilmente, bisogna essere sicuri che cresca in un ambiente tranquillo e di conseguenza cresca la sua cucciolata serenamente.


Perché Un Coniglio Mangia I Cuccioli?

Piccoli di coniglio

Ci sono diversi motivi per questo particolare comportamento della mamma ed è fondamentale evitare di farla accoppiare di nuovo se li mangia per due volte consecutive.

Precisiamo comunque che l’uccisione dei cuccioli non è un evento che si verifica sempre, ma solo in particolari condizioni :

  • Un ambiente non tranquillo e molto rumoroso in cui il coniglio può sentirsi stressato,
  • Una zona dove il coniglio teme i predatori può spingerlo ad eliminare la cucciolata perché secondo il suo pensiero è un modo per proteggere i figli
  • Quando il coniglio nasce è avvolto nella placenta come tutti i mammiferi, questa viene mangiata dalla madre per aiutarli ad uscire e può capitare che le coniglie inesperte mangino accidentalmente la cucciolata mentre eseguono questa operazione che invece risulta più semplice per quelle esperte.
  • Può anche verificarsi l’eventualità che la mamma coniglio mangi i piccoli perché ha paura di ciò che dovrà affrontare, infatti non tutte hanno l’istinto materno
  • Una dieta sbagliata o con alcune carenze come ad esempio quelle nutrizionali o di acqua,
  • Un altro modo per far morire i cuccioli è il mancato allattamento, in tal caso possiamo intervenire portandoli al più vicino veterinario o istituto che si occupa di animali per capire se veramente la madre non li allatta oppure non riescono per qualche motivo ad assimilare le sostanze nutritive.

I Conigli Sono Cannibali?

Chiamato cannibalismo dei conigli, il fenomeno che porta la madre a mangiare i propri piccoli si presenta anche in altre specie, mentre è meno frequente in questi roditori.

Come già detto, i conigli cannibali sono molto spesso le madri alla prima cucciolata poiché sono inesperte e impacciate, ma possono farlo anche perché al momento del parto sono disturbate o comunque si sentono minacciate.

Molti studiosi hanno notato che nelle cucciolate numerose, in alcuni casi il coniglio tende a mangiare i cuccioli meno robusti per riuscire ad allevare meglio gli altri.

Per prevenire tale comportamento bisogna capire quale sia la causa in modo da poter intervenire, ad esempio spostando la gabbia in un posto tranquillo oppure se la nidiata è numerosa, spostare alcuni elementi vicino ad un’altra coniglia.

Il cannibalismo può essere anche un atteggiamento associato al maschio, infatti il padre della cucciolata può a volte mangiare i piccoli per potersi accoppiare nuovamente, ecco perché un buon consiglio è quello di togliere il maschio quando avviene il parto.


Come Il Coniglio Accudisce I Piccoli

Piccoli Conigli

Non essendo una condizione molto diffusa, è molto probabile che il tuo coniglio non sia cannibale e dunque si prepari per accogliere i piccoli e crescerli al meglio, per fare ciò la prima cosa di cui si occupa è la costruzione di un nido idoneo.

La mamma ovviamente sa quando si avvicina il momento del parto e dunque preleva un po della sua pelliccia nella zona inferiore per creare un giaciglio caldo e morbido:

In questo caso è possibile che se l’animale sia alla prima cucciolata non abbia questo accorgimento e quindi il proprietario può aiutarla sistemando degli asciugamani.

Finalmente arriviamo al momento del parto e dopo che i piccoli popolano il nido, potrà sembrare strano come la madre sembra ignorarli e avvicinarsi solo per allattarli un paio di volte al giorno.

In realtà questo comportamento serve a proteggerli dai predatori a cui, così fragili, sono particolarmente esposti: la madre non si allontana mai dai piccoli, infatti sorveglia costantemente l’area del nido.

Anche il proprietario può aiutare il coniglio nel periodo dell’allattamento, infatti per dare un prodotto nutriente ai piccoli ha bisogno lui per primo della giusta alimentazione.

In questo caso è fondamentale basare la sua dieta su verdure a foglia verde che essendo erbivoro ama molto, con l’aggiunta di fieno, il tutto accompagnato da abbondante acqua.

Lo svezzamento è abbastanza veloce, infatti i cuccioli si nutrono di solo latte fino a due settimane di età, per poi passare gradualmente a mangiare del cibo più solido.

Finalmente intorno all’età di 10 settimane i piccoli sono sessualmente maturi e possono essere allontanati dalla madre, anzi devono perché altrimenti ci saranno a breve nuove cucciolate.


Come Impedire Il Cannibalismo Del Coniglio

Lo scenario di una mamma che allatta e ama i suoi cuccioli è molto dolce, ma dal momento che in questo animale si può verificare il cannibalismo, è importante sapere come poterlo evitare.

Fortunatamente, non tutte le madri di coniglio mangiano i loro bambini, infatti non è tipico della loro natura, in ogni caso ogni coniglio è diverso dall’altro e mentre alcuni non hanno istinto materno e dunque mangiano ogni cucciolata, altri sono impacciati e impareranno ad allevare i piccoli dopo il primo episodio di cannibalismo.

Per poterlo evitare è importante studiare ogni singolo caso perché come abbiamo visto ci sono diverse ragioni, ecco le situazioni a cui possiamo venire incontro:

La dieta del coniglio deve essere completa e non bisogna cambiarla se non per validi motivi, in particolare non bisogna apportare cambiamenti nel periodo che precede o segue il parto, questo perché il coniglio avverte la mancanza di alcune sostanze nutritive.

Un buon accorgimento è quello di integrare il cibo con prezzemolo biologico e semi di girasole neri per aiutare la produzione di latte

Una mamma coniglio che si trova ad allattare cuccioli non suoi, avverte questa estraneità e può mangiarli perché non li accetta, è dunque consigliabile prima di farlo, strofinare la loro pelliccia con il fieno di quest’ultima in modo che prendano il suo odore

Se cambiamo la gabbia al coniglio poco prima del parto, questo può accusare stress e agitazione e in questo stato non può essere una buona madre e nei casi peggiori mangerà i cuccioli.

Dunque, se è proprio necessario cambiare alloggio è opportuno farlo qualche giorno prima del parto in modo che prenda confidenza con il nuovo ambiente per sentirsi a proprio agio

In natura il coniglio è un animale sensibile e che tende ad innervosirsi facilmente, per questo durante la gravidanza, il parto, e nei giorni seguenti bisogna tenerlo alla lontana da stimoli esterni che possono agitarlo.


FAQ Domande Frequenti :


Come Riconosco Se Il Mio Coniglio È Cannibale?

E’ importante tenere d’occhio il suo comportamento, non tanto controllare quanto tempo passa con i cuccioli ma il suo atteggiamento di protezione del nido dai predatori.

Se i cuccioli sono paffuti e attivi sicuramente questi sono segnali positivi, al contrario significa che la madre non li cura.


Se Tocco I Cuccioli La Madre Non Li Alleverà Più?

I conigli domestici sono abituati alle persone e non hanno problemi, al contrario di quanto si crede, se i piccoli vengono a contatto con gli umani.

Come Faccio A Sapere Se Il Mio Coniglio È Adatto Alla Riproduzione?

Ovviamente prima di capire se l’animale è cannibale, è ovvio sceglierne per la riproduzione uno in salute, con un peso nella norma e senza lacrime agli occhi perché questo segnala la presenza di malattie.

Perché La Mamma Coniglio Calpesta I Piccoli?

A volte può capitare che il coniglio calpesti i cuccioli ma questo avviene solo perché è inesperto e non è il caso di allarmarsi perché non gli farà alcun male finché le unghie vengono mantenute forte.

Perché La Mamma Coniglio Morde I Piccoli?

Può trattarsi di un morso involontario nel tentativo di liberarli dalla placenta, oppure un gesto fatto durante l’allattamento perché gli fanno male.

Pipsy

Sono la Padrona di Pipsy, un bellissimo Criceto Russo di ben 4 Anni! Amo gli Animali e amo prendermene cura, nel mio tempo libero mi diletto con il Fai da te, creando simpatici giochi per i miei Roditori Domestici

Articolo Precedente