Gli Scoiattoli Vanno In Letargo?


Lo scoiattolo è uno degli animali più simpatici ma allo stesso tempo fastidiosi che ci siano, scacciati soprattutto dai contadini che vedono rovinati i propri frutti ancor prima che siano maturi.

Ma c’è un aspetto che divide gli esperti, che da decenni studiano se questi animali vadano in letargo o meno.


Gli Scoiattoli Vanno In Letargo?

Per rispondere alla domanda iniziale, possiamo affermare che gli scoiattoli non vanno in letargo ma comunque risentono del rigido e lungo inverno infatti non è difficile vederli preparare delle scorte proprio perché nel periodo dei mesi più freddi dormiranno per molto tempo.

Durante l’inverno gli scoiattoli entrano nella cosiddetta ibernazione, ossia sono in grado di rallentare il proprio metabolismo e rintanarsi per lunghi periodi, per poi rispondere al fabbisogno di cibo ricorrendo alle scorte che hanno accumulato in estate.

Per quanto riguarda gli scoiattoli di terra, a differenza degli altri hanno un’ibernazione più intensa e seppure tendono a svegliarsi anche loro, lo fanno con minor frequenza.


Pareri Contrastanti

L’argomento divide da sempre tutti gli scienziati e i ricercatori che si occupano delle ricerche sugli animali, infatti alcuni sostengono che sia impossibile per questo piccolo mammifero immagazzinare abbastanza grasso corporeo per entrare in ibernazione.

Altri sostengono che vadano in una sorta di letargo che però consente loro di svegliarsi in diversi momenti.

Ci sono moltissime razze di scoiattoli diffusi in diversi continenti, ma quelli su cui ci concentriamo sono quello grigio e quello di terra, ossia due specie particolarmente diffuse nel nord dell’America.

Secondo un prestigioso zoo di Chicago che ospita molti esemplari, essendo questo animale omeoterma, ossia capace di regolare la temperatura corporea e mantenerla costante, e dunque non hanno bisogno di andare in letargo.


In Cosa Consiste L’ibernazione

Quando la stagione volge verso il gran freddo invernale, non è difficile accorgersi di come gli scoiattoli tendano ad ingrassare, questo per sopravvivere meglio alle temperature rigide e, nei momenti in cui non sono in ibernazione, adottano comportamenti che gli permettono di adattarsi.

L’ibernazione è uno stato che raggiunge lo scoiattolo simile al letargo ma diverso perché a differenza di quest’ultimo, in tale condizione l’animale può risvegliarsi anche più volte per poi tornare al torpore.

Durante l’ibernazione l’animale abbassa il metabolismo, la frequenza cardiaca, la temperatura del corpo e il dispendio di energia.

Quando si sveglia, l’animale sa che ha delle scorte di cibo perché ha passato tutto il periodo estivo ad accumularle, ma riesce facilmente ad accedere anche al cibo di altri animali se nel momento di veglia nota dove viene posizionato generalmente, ad esempio persone che possiedono degli animali domestici sono soliti posizionare il cibo sempre nello stesso luogo.


Quali Sono Le Scorte Alimentari Pre-Ibernazione?

Scorte Alimentari Inverno Scoiattolo

Lo scoiattolo mangia nocciole, funghi, noci, pinoli, semi, bacche e ghiande.

Mentre mangia si aiuta con le zampette anteriori a tenere il cibo e con i suoi minuscoli incisivi scortica la buccia dei semi o della frutta che poi ingerisce.

In alcuni casi può nutrirsi anche di uova reperite al momento su qualche nido.

Prima di andare in ibernazione lo scoiattolo sistema le provviste sottoterra oppure utilizza il cosiddetto accumulo di dispersione, ossia sistema il cibo in zone differenti intorno al nido.

Oppure, una tattica molto efficace è quella di eludere la concorrenza fingendo di seppellire qualcosa in un punto per poi farlo in un altro.

Fatto ciò si prepara a trascorrere il periodo di sonno prolungato all’interno della comoda tana, alternandolo con pochi risvegli in cui l’attività rimane moderata per non sprecare preziose energie.

Lo scoiattolo è un animale molto intelligente e sembra che riesca a ricordare dov’è il cibo e trovarlo facilmente grazie alla tecnica della suddivisione spaziale che consiste nel sistemare gli alimenti simili in luoghi simili.

Inoltre possiede un olfatto molto sviluppato che gli permette di trovare cibo anche se coperto da molta neve.


Perché Lo Scoiattolo Non Ha Sete Durante L’ibernazione?

Alcuni ricercatori hanno analizzato uno dei principali fattori che potrebbe svegliare lo scoiattolo durante il sonno: la sete.

Analizzando il sangue di questi animali è stato dimostrato che la concentrazione del siero sanguigno, una sostanza che provoca la sete in molti animali, compresi esseri umani, era insolitamente basso.

Ecco dunque la spiegazione: lo scoiattolo è in grado di regolare questo elemento riuscendo a mantenere l’idratazione senza interrompere il profondo sonno.


Dove Costruisce Il Nido lo Scoiattolo?

Scoiattoli sui Tetti

Lo scoiattolo avverte i cambiamenti delle stagioni, infatti è in grado di capire quando la giornata diventa più corta e dunque si va incontro all’inverno.

A questo punto comincia a preparare il suo giaciglio, che consiste solitamente in una cavità ricavata negli alberi ad alto fusto in cui costruisce un nido fatto di ramoscelli, foglie e muschio; ma non disdegnano le biforcazioni dei rami e purtroppo nemmeno le soffitte.


Come Si Protegge Lo Scoiattolo Durante Il Freddo?

Questo animale scorrazzerà in ogni periodo dell’anno proprio perché, a differenza di quelli che vanno in letargo, non è mai completamente inattivo.

Per resistere bene alle temperature molto basse, essi sono in grado di immagazzinare il grasso corporeo, che quando il cibo scarseggia li protegge dal freddo ed offre l’energia necessaria per la sopravvivenza.


Perché Gli Scoiattoli Non Vanno In Letargo?

Perché non ne hanno bisogno dal momento che si organizzano così bene da poter tranquillamente sopravvivere al gelo grazie alle numerose scorte nascoste e il cibo già consumato in gran quantità prima dell’ibernazione.


Quando Lo Scoiattolo Esce Dallo Stato Di Ibernazione?

Lo scoiattolo non va in letargo ma alterna il sonno prolungato e periodi di modesta attività dettati dal bisogno di usufruire delle scorte di cibo oppure, in caso di necessità procacciarne dell’altro.

Generalmente esce dal nido all’alba e ritorna nelle ore serali.


In Che Periodo Lo Scoiattolo Va In Ibernazione?

All’incirca da ottobre fino a maggio, basandosi sul cambiamento di temperatura.


Perché Non Vediamo Scoiattoli In Inverno?

Gli scoiattoli sono dei piccoli mammiferi, e come la maggior parte di questi animali amano il crepuscolo.

Per questo è difficile vederli durante le ore diurne delle giornate invernali in particolar modo se sono molto fredde, essi sono invece attivi nelle prime ore del mattino e il tardo pomeriggio.


Curiosità sugli Scoiattoli

Proprio perché dissemina le scorte di cibo in luoghi diversi prima di andare in ibernazione, lo scoiattolo contribuisce alla diffusione di specie arboree.

Questo perché può capitare che se ne dimentichi o non ne abbia bisogno, e dunque i semi che seppellisce germineranno in primavera e daranno vita a nuovi esemplari di quella specie, lontani dal punto dove sono stati raccolti.

La stessa cosa vale per quando essi mangiano i funghi di cui sono molto ghiotti, perché la diffusione delle spore rinnova i boschi arricchendoli di nuovi funghi.

Pipsy

Sono la Padrona di Pipsy, un bellissimo Criceto Russo di ben 4 Anni! Amo gli Animali e amo prendermene cura, nel mio tempo libero mi diletto con il Fai da te, creando simpatici giochi per i miei Roditori Domestici

Articolo Precedente